4 falsi miti da sfatare sulla cottura e le pentole per induzione

Nonostante la vendita di piani e pentole per induzione sia in crescita costante, esistono falsi miti che spesso inducono il consumatore finale a non sceglierli. Continua a leggere per conoscere davvero le qualità di piani e pentole per induzione.


Pubblicato il 10/02/2014
I piani di cottura induzione sono sempre più presenti sul mercato nazionale e sempre più proposti da varie marche di elettrodomestici e marche di arredamento, conseguentemente anche la vendita di pentole per induzione ha incrementato notevolmente i suoi profitti. Tuttavia questo nuovo sistema di cottura non è ancora totalmente apprezzato in Italia, esistono infatti dei falsi miti che vanno a incidere in modo determinante sulla scelta finale del consumatore. Il primo falso mito è che la tecnologia dei piani di cottura ad induzione e di pentole per induzione sia ancora nuova e quindi non del tutto sicura, in realtà la tecnologia induzione viene utilizzata in Francia , Spagna e Germania da almeno Vent’anni, con esiti più che positivi. Il secondo falso mito riguarda la necessità di dover elevare il contatore a più dei soliti 3 Kw, in realtà esistono dei dispositivi elettronici che consentono di limitare l’energia assorbita dal piano cottura; bisogna inoltre considerare che i tempi di cottura di un piano induzione sono molto più veloci rispetto al sistema tradizionale , il che implica anche l’utilizzo di meno fuochi e quindi meno pentole per induzione contemporaneamente. Terzo Falso mito: i piani di cottura a induzione sono poco sicuri, Falso!! Al contrario di quelli a gas non creano problemi di dispersioni, di fughe, non si scaldano, quindi non scottano, tramite il sistema induzione si riscaldano infatti solo le pentole per induzione e il cibo contenuto, il piano rimane freddo e quindi molto sicuro, soprattutto per i bambini. Quarto e ultimo mito: la cottura a induzione consuma di più rispetto a quella tradizionale Falso!! La resa infatti è di circa il 90% dell’energia che viene utilizzata, rispetto alla resa del gas che è di circa il 50-60%, questo perché le pentole per induzione non vengono scaldate per contatto, ma direttamente, rendendo il sistema più veloce ed efficace, anche in termini di risparmio energetico.



Vedi anche